Contributo da MSB

MUTUO SOCCORSO BANDITO
Il Mutuo Soccorso Bandito nasce nel maggio del 2011. Gli aderenti a questo progetto provengono da realtà che vanno dagli spalti di uno stadio alle sedi dei centri sociali, dalle piazze della metropoli ad ambienti legati alle sottoculture dell’underground metropolitano. Con percorsi diversi, ognuno con le proprie capacità e attitudini, tutti uniti dalla volontà di costruire percorsi di solidarietà attiva. La solidarietà attiva nasce dalla collaborazione con collettivi, realtà e percorsi autorganizzati; essa si concretizza principalmente attraverso l’autoproduzione di tshirt serigrafate e l’organizzazione di eventi musicali e culturali. L’intero ricavato viene utilizzato per finanziare e sostenere quei collettivi, realtà e percorsi che in qualche modo condividiamo. Il nostro sostegno inoltre va anche nei confronti di chi, colpito dalla repressione, deve sostenere anche spese legali.
Il concetto di autoproduzione è legato al concetto del “saper fare”. Ogni aderente al msb mette a disposizione il proprio sapere, e contribuisce alla realizzazione dei vari progetti: il serigrafo stampa le tshirt; l’esperto di musica organizza i concerti; il muratore tira su i muri; il falegname lavora il legno; il cuoco cucina; il videomaker fa i video; il grafico si occupa della propaganda; l’appassionato di arte cura le mostre. Uniti solo dalla stessa passione, senza alcun ritorno economico. Il msb si occupa anche di controinformazione, attraverso la realizzazione di pubblicazioni, opuscoli, manifesti ecc. su temi e argomenti legati ai movimenti di lotta e resistenza.
Gli aderenti al progetto msb non solo sostengono le realtà e i percorsi dal punto di vista economico o di strutture, ma parliamoci chiaro: la logica del stare seduti in poltrona non ci appartiene. Siamo gente che sta sul campo ed è lì che ci troverete

MSB appoggia e sostiene fin da subito la campagna 130mila:
http://www.inventati.org/msb/index.php/operazioni/item/4-all-associazione-dax