Riot

riot

RIOT storie di ordinaria resistenza

 “…mi aprono, l’ aria fresca mi entra nei polmoni, mi sorreggono, mi tolgono le manette; mi scortano in pronto soccorso.  Non guardo spesso i telegiornali, ma una scena madre è il classico ospedale di Beirut dilaniato dalla cattiveria umana: il San Paolo non sfigurava in questa immagine….”  tratto da ” la notte nera di milano”

Progetto letterario di materiale resistente, narrato e vissuto dai protagonisti di questa antologia di racconti d’asfalto, ruvidi come il catrame. Una mescola fatta da “teppisti narranti”, che usano le parole come amano usare le pietre, contro un mondo che combattono e rifiutano. Un reticolo di passioni e conflitto sociale, politico, culturale che trova espressione e forma nelle pagine di un libro, come se fosse un corteo, una piazza, la strada. Materiale incendiario, l’inferno esistenziale di alcuni piromani intenti a infuocare il mondo. Una storia frammentata di ribellione quotidiana. Scrittura generazionale, che non è di chi la scrive, o di chi la legge, ma di una massa umana che si riversa in strada a rivendicare le proprie istanze. Una massa critica, capace di resistere al giogo della repressione di Stato, dell’alienazione consumistica, dell’omologazione culturale e si schiera, si oppone, lotta. Milano, Torino, Roma, Napoli, Palermo. Da nord a sud rigurgiti antiautoritari, antifascisti, antisistema. Parole gridate dal cuore della battaglia, tra nemici e sangue versato.

Racconti di: Brega, Mima, Giaka, Alex Alesi, Marko, Zetart…

Curatore
Bob Kolb, giornalista, mediattivista e fotografo freelance. Scrive di conflitto e dissenso sociale. Sempre per Bepress ha pubblicato Fuoco Greco, romanzo in presa diretta sulla rivolta di Atene scoppiata il 5 maggio del 2010.