Ti racconto Dax

VIVA DAX LIBERO E RIBELLE.
Il 16 Marzo 2003, intorno alla mezzanotte, il quartiere Ticinese viene insanguinato da un vile agguato
fascista. Due ragazzi vengono feriti gravemente, un altro, Davide Cesare detto “Dax”, viene raggiunto da
diciassette coltellate. La polizia arriva immediatamente, ma i soccorsi ritardano: Dax morirà sul posto e,
quando i suoi compagni raggiungono il pronto soccorso, oltre a essere straziati dalla tragicità della
notizia, devono subire anche la carica della polizia. Nello stesso ospedale, tra le corsie degli ammalati e
sotto lo sguardo inebetito e impotente dei medici, si scatena una furibonda caccia all’uomo: decine di
compagni, colpevoli solo di aver amato Dax, vengono picchiati a sangue e perfino arrestatati. Una pagina
buia della storia della Repubblica italiana. Eventi che questo libro collettivo ricostruisce con livore critico e
indignazione poetica. Per urlare in faccia al mondo chi era Davide Cesare “Dax”. Per dimostrare a chi ha
creduto di averlo cancellato dal mondo che la sua memoria è sempre viva. E per trovare, nel nome di
Dax, la forza necessaria per continuare a sperare e a lottare.

Per acquistare il libro scrivere a info@daxresiste.org